CONDIVIDI

Vi siete mai chiesti perché non creare qualcosa per cui le Aziende valutassero l’idea in se dei progetti e non i curriculum ? Ecco due ragazze ci hanno pensato e messo in piedi questa start-up, Just Knock.

Hanno ribaltato i vecchi schemi creando un modello innovativo che pone il talento al centro di tutto.

Ho avuto il piacere di intervistare una delle due founder, Marianna, che ci ha spiegato al meglio chi c’è dietro Just Knock, cos’è, obiettivi e ci ha dato anche qualche consiglio per i futuri startupper.

D: Raccontateci chi c’è dietro Just Knock

R: Il sogno della founder Marianna (25 anni) di voler dare voce al talento, di far sì che nessun giovane dovesse lasciar perdere le proprie idee e la visione dell’intraprendenteArianna (28 anni), che è riuscita a cogliere le potenzialità dietro a quel sogno, si completano con l’entrata di Luigi (27 anni), che con entusiasmo ha portato nel team competenza e concretezza. L’eterogeneità delle caratteristiche di ciascuno hanno permesso a Just Knock  di raggiungere i primi grandi obiettivi. Complici, affiatati e con un amore comune: Just Knock.

D: Quando vi si è accesa la lampadina ?

R: L’idea nasce da un bisogno concreto, durante il master in marketing al Politecnico di Milano. Tanti progetti di esami realizzati, ma nessun modo per poterli poi proporre alle aziende, sempre distanti ai loro vertici. E’ così che io e la mia socia abbiamo dato vita a Just Knock per rispondere all’esigenza di avere un mezzo attraverso cui poter mettere in mostra il talento inviando le proprie idee in modo rapido e tutelato. Una start-up che ha nel nome il suo oggetto: bussare alla porta delle aziende per proporre qualcosa che possa interessare.

D: Cos’è Just Knock ? Come funziona ?

Just Knock: Una bella idea in cambio di una bella opportunità

Un modello totalmente innovativo, che propone il talento come elemento di assoluta centralità del proprio sistema. La piattaforma Just Knock offre un canale che permette l’instaurarsi di un nuovo modello di collaborazione e comunicazione diretta tra giovani talenti e aziende: semplice, meritocratico e reciprocamente conveniente.

Iscrivendosi gratuitamente su Just Knock, il giovane può caricare ed inviare idee e progetti

di qualsiasi natura, (ad es. prodotto, strategia, digital, comunicazione…), direttamente alle aziende associate in modo rapido e tutelato. Il sistema garantisce infatti all’utente la tutela automatica della proprietà intellettuale delle idee caricate, trasformandole così nella migliore merce di scambio: una bella idea in cambio di una bella opportunità.

A loro volta le aziende, entrando a far parte del network (info@justknock.it), potranno accogliere numerose visioni esterne e stimoli creativi, che le aiutino allo stesso tempo a rispondere alle esigenze di un mercato in costante evoluzione e ad individuare più efficacemente i talenti su cui investire.

La piattaforma (http://justknock.it) è stata ufficialmente lanciata a Febbraio 2015 e può vantare sin da subito l’adesione di importanti aziende che hanno riconosciuto il valore e creduto nel modello proposto tra cui: Adidas Group (che ha già aperto la prima idea e individuato un potenziale candidato di talento),

 Alessi, Artsana Group (Chicco, Pic, Lycia, Control), Boffi, Monviso, Poliform e Valsoia,

Alcune delle migliori università italiane stanno dando il loro supporto promozionale.

 

D: Quali sono stati i primi passi ? Come avete sviluppato l’idea ?

R: Il primo anno di ricerche (intervistando aziende e studenti) e di sviluppo dell’idea è stato fondamentale per arrivare al primo test in beta version con Monviso (azienda che produce prodotti iposodici) e il master MIMEC in branding e marketing della Bocconi. Da li abbiamo capito che il nuovo modello proposto da Just Knock aveva delle potenzialità e così a febbraio 2015 abbiamo messo ufficialmente online la nuova release (justknock.it).

D: Come vi siete finanziate all’inizio ?E in Italia è difficile trovare investitori ?

R: Se hai una buona idea trovare investitori non è semplice come negli USA, ma nemmeno impossibile. Noi per scelta personale abbiamo deciso di autofinanziarci il più possibile  (Friends& Family), a Ottobre 2014 Just Knock ha poi vinto il Bando della Regione Lombardia per le Start-up innovative, il che ci ha sicuramente aiutato a mettere la benzina necessaria a partire. Nel prossimo futuro, in vista di una possibile espansione anche all’estero, valuteremo l’entrata di un primo investitore.

D: Quando avete pensato a Just Knock c’erano competitors  di cui avete tenuto conto?

R: Abbiamo analizzato le piattaforme esistenti sia in Italia che all’estero, tutti i portali che permettevano di inviare idee alle aziende creavano competition tra gli utenti. Il nostro modello in questo senso non ha competitors, in Just Knock ognuno compete con se stesso mettendo in gioco la propria idea spontanea. Per la prima volta è l’utente ad essere parte attiva e a bussare alla porta dell’azienda per dirgli “Hey ho un’idea interessante per te!”

D: Come avete sfruttato il così detto mondo della “rete” per dare visibilità al vostro servizio? E cosa lo differenza dagli altri ?

R: Il mercato del lavoro sta attraversando una crisi senza precedenti, specialmente per quanto riguarda l’occupazione giovanile, infatti anche i più intraprendenti non riescono a mettersi in gioco come vorrebbero. Rispondiamo ad esigenze reali, dunque, pur non avendo grandi budget a disposizione, il progetto sta generando un passaparola automatico attraverso i canali social. A breve lanceremo anche una campagna di crowdfounding su http://www.eppela.com.

D: Ora come si sta sviluppando il progetto? Avete instaurato collaborazioni con altre realtà ?

R: Ci piace dire che Just Knock è in una fase di beta perenne. Questo significa che ogni giorno cerchiamo di capire le esigenze dei nostri utenti e dei nostri clienti, per migliorare sempre di più il servizio offerto. L’obiettivo primario è riuscire ad espandere il network di aziende, per cercare di diventare un punto di riferimento in Italia. Inoltre, nel 2016 vogliamo iniziare a muovere i primi passi in Europa, per offrire la possibilità agli studenti di mettersi in gioco anche in un’esperienza all’estero.

D: Che consigli vi sentite in grado di dare ai ragazzi o chi come voi vorrebbe lanciarsi un un’avventura simile

R: Nessuno crederà in voi se non siete voi stessi a crederci. Tutte le più grandi aziende sono partite da un’idea scarabocchiata su un foglio e credo che nessun Founder di queste abbia mai avuto neanche per un istante la certezza che un giorno sarebbero diventati Zuckemberg, Jobs o Bezos. Semplicemente ci hanno creduto, anche (e soprattutto!) nei momenti in cui tutto e tutti sembravano consigliargli di abbandonare l’impresa. Coraggio, carattere e un po’ di sana follia. Questo è il nostro mantra quotidiano e quello che consiglierei di trovare dentro di sé a chiunque stia pensando di intraprendere questa emozionante e imprevedibile strada.

Ringraziamo i ragazzi di Just Knock che della disponibilità e gli auguriamo un grande in bocca al lupo per il futuro.

Facebook Just Knock

Twitter Just Knock

G+ Just Knock

Instagram Just Knock

Web Site http://justknock.it/it/index.html#

Youtube Just Knock

LASCIA UN COMMENTO